ENDURO 2013 Giugno si apre con la terza tappa degli Assoluti d’Italia

In Enduro / Motorally

Please enter banners and links.

A fare da palcoscenico all’atteso appuntamento con la terza tappa, nonché giro di boa della stagione 2013, sarà la cittadina di Bobbio, grazioso centro ai piedi del Monte Penice e alla sinistra del fiume Trebbia (da cui il nome della valle che ospita Bobbio, Val Trebbia) in provincia di Piacenza.

Alla regia un Motoclub, il Bobbio, sinonimo di garanzia ed esperienza, sempre in prima fila con l’organizzazione di manifestazioni a livello sia regionale che nazionale. Ad affiancare gli uomini del Bobbio il Motoclub Ponte dell’Olio, il MC Vigolzone, il MC Val Luretta e il MC Trial David Fornaroli, i quali hanno unito le forze e tracciato un percorso snodato su 40 km che impegnerà notevolmente i nostri atleti al via.

Lancette dell’orologio fissate per le ore 9.00 (sia sabato che domenica), con la classe E2 chiamata a tagliare i nastri di partenza e raggiungere per prima le prove speciali allestite per questa quarta e quinta prova stagionale. A due chilometri circa dal centro di Bobbio (sede paddock e partenza) i 161 piloti al via affronteranno la lunga ed impegnativa prova in linea che, con i suoi dieci minuti di percorrenza e passaggi in sottobosco, ciottolato, canali e mulattiere metterà in difficoltà le abilità tecniche degli atleti. A seguire, un trasferimento di un quarto d’ora farà recuperare un po’ il fiato ai fuoriclasse in gara, prima di raggiungere la seconda prova in linea, più breve, ma comunque intensa e difficoltosa, tracciata in un sottobosco roccioso.

Subito dopo il C.O., situato in località Perino, sede lo scorso nel tricolore Major, l’ultima speciale in programma, il Cross Test (in loc. Mezzano Scotti), un fettucciato di 4500 metri su campo per lo più pianeggiante. Il percorso sarà ripetuto per quattro giri in entrambe le giornate di gara.

L’apertura ufficiale di questo tanto atteso weekend è fissata per venerdì con le consuete operazioni preliminari, che si svolgeranno dalle ore 09.30 alle ore 12.00 e dalle 13.30 alle 16.00 (15.30 le amministrative).

Vi aspettiamo poi al briefing pre-gara dove, oltre alle ormai indispensabili coordinate del responsabile di percorso, Gionni Fossati, si svolgerà la ormai tradizionale premiazione “Hall of Fame” pronta a premiare altri due protagonisti dell’Italia della Sei Giorni. Chi si aggiungerà ai già applauditi Fabio Farioli, Angelo Chitò, Dario Agrati e Lorena Sangiorgi (Clinica Mobile)?

Ma ora diamo uno sguardo al campionato, dove la situazione è davvero bollente, con i migliori fuoriclasse della specialità divisi tra di loro da pochissimi punti, tenendo così la lotta per la conquista del tricolore più accesa che mai.

Nell’Assoluta il primo posto è ben saldo nelle mani di Johnny Aubert, che guida la generale con 57 punti, nove in più di Alex Salvini, dominatore ad Ampezzo e pronto a riconfermare il titolo conquistato la scorsa stagione. A metterci lo zampino l’otto volte iridato Juha Salminen, che dista un solo punto dal bolognese Salvini.

Tra i giovanissimi della E1 2T, tabella numero uno per il ligure Davide Soreca (Yamaha Boano), seguito da Matteo Bresolin (KTM Iron Racing Team), mentre in terza posizione troviamo a pari punti Riccardo Crippa (Yamaha Gaiardoni) e Rudy Moroni (KTM Farioli), quest’ultimo chiamato a recuperare il gap di svantaggio accumulato con lo zero di Ampezzo (UD) dove non era presente a causa di una brutta caduta avvenuta la settimana precedente la gara che gli aveva provocato la frattura dell’osso frontale.

Strade parallele per le classi E1 ed E2, poiché in entrambe le categorie troviamo i primi tre piloti con lo stesso punteggio. I due leader, Thomas Oldrati – E1 – ed Alex Salvini – E2 – guidano la propria classe con l’en plein di 60 punti grazie alle tre vittoria di giornata nelle precedenti tappe.

Alle spalle di Oldrati (classe E1), Simone Albergoni (HM Honda Zanardo) pronto a riscattarsi dopo un inizio di stagione un po’ sottotono, e il giovane Giacomo Redondi (KTM Farioli) con 49 e 47 punti ciascuno.

Stesso punteggio nella E2 con Fabio Mossini (Yamaha Miglio Team) e Oscar Balletti (KTM Iron Racing Team) che cercheranno di strappare punti preziosi per la corsa al titolo dando del filo da torcere a Salvini.

Molto accesa la lotta nella classe E3, dove troviamo i primi tre pretendenti alla vetta del podio, raggruppati in soli cinque punti, con il portacolori delle Fiamme Oro Manuel Monni (KTM Farioli) al comando, seguito dal campione italiano in carica Mirko Gritti (KTM Treviglio) e dall’ex crossista Deny Philippaerts (Beta Boano).

Johnny Aubert (KTM Farioli) è il leader incontrastato della Stranieri davanti a Juha Salminen (Husqvarna CH Racing) e Luis Correia (Beta Factory), in una categoria ricca di nomi di livello internazionale, pronti a regalare spettacolo e dare gas in questo terzo appuntamento stagionale. Al via a Bobbio anche Matthew Phillips (Husqvarna CH Racing), alla guida nel Mondiale Enduro Junior, lo spagnolo Oriol Mena (Husaberg), iridato Junior nel 2009, e molti altri.

Tra le squadre, prima posizione per il G.S. Fiamme Oro Milano con 166 lunghezze, che precede il Trial David Fornaroli (154) e il Motoclub Sebino (144).

Effervescente anche la situazione nella Coppa Italia dove, eccezion fatta per la categoria Senior dove Alessandro Corradin guida il campionato a punteggio pieno, nelle altre classi i protagonisti si sono sempre alternati le posizioni nelle varie giornate di gara.

54, 52, 50 sono i punti dei primi tre classificati della Cadetti, con al comando il bergamasco Mirko Spandre (Husaberg), seguito da Corrado Romaniello (KTM) e Fabio Pampaloni (TM). Un po’ più marcato il vantaggio per il leader della Junior Marco Montelaghi (KTM), in vetta al podio con 57 lunghezze, contro le 45 di Michele Cobuzzi (Beta). Terzo a due punti da Cobuzzi il siciliano Alessandro Talamo (KTM).

Nella Senior, come detto prima, grazie alle tre vittorie conquistate a Camerino ed Ampezzo, primo posto per Alessandro Corradin (HM Honda) davanti a Eric Rebellato (KTM) e Massimo Mutti (KTM). Nei Major guida la generale Maurizio Casartelli su HM Honda, seguito a meno tre da Matteo Zoppas (KTM) e a meno cinque da Mirko Colombo (KTM).

Bobbio si sta iniziando ad animare. Domani l’apertura ufficiale del paddock e il via di questo infuocato weekend da … leoni! Non mancate!

You may also read!

AL MOTOR SHOW RITORNA L’AREA 48 – MOTUL ARENA

Please enter banners and links. AL MOTOR SHOW RITORNA L’AREA 48 – MOTUL ARENA Emozioni e spettacolo protagonisti all’Area

Read More...

Calendario Enduro 2018. Pubblicate le Norme Sportive e anticipato l’inizio del Campionato

Please enter banners and links. Calendario Enduro 2018. Pubblicate le Norme Sportive e anticipato l’inizio del Campionato Si informa

Read More...

Sei equipaggi al Tuscan per la Coppa A112 Terra

Please enter banners and links. Sei equipaggi al Tuscan per la Coppa A112 Terra A Montalcino, i sei equipaggi

Read More...

Mobile Sliding Menu