Il Campionato Italiano ACI Karting dopo Adria. Prossimo round a Triscina il 18 settembre

In Automobilismo, Calendario gare automobilismo, Classifiche, Karting, News

Il Campionato Italiano ACI Karting dopo Adria. Prossimo round a Triscina il 18 settembre

La situazione nelle classifiche dopo le prime tre prove del Campionato Italiano ACI Karting. Il quarto appuntamento in Sicilia segna l’inizio del rush finale e prova decisiva per le categorie Prodriver.

Roma, 15 luglio 2016. Dopo il terzo appuntamento del Campionato Italiano ACI Karting sul circuito di Adria Karting Raceway con il numero record di presenze di 232 piloti, le classifiche nelle varie categorie si sono sviluppate con situazioni particolarmente interessanti e avvincenti per il proseguimento del Tricolore che il 16-18 settembre farà tappa in Sicilia, sul Circuito Internazionale di Triscina, per l’inizio del rush finale e anche quale prova conclusiva delle categorie Prodriver.

 

IN KZ2 CELENTA SI CONFERMA LEADER DI CAMPIONATO

 

KZ2_Gara2_FMP_9504In KZ2 Francesco Celenta (Formula K-Tm) si è confermato leader del Campionato, ma la sua ascesa alla classifica ad Adria ha subito un parziale rallentamento per un problema tecnico che il pilota salernitano ha accusato in una manche e nella prima delle due finali. Il suo ruolino di marcia si presenta comunque di altissimo livello, con la sua vittoria in Gara-2 ha potuto raggiungere quota quattro successi nelle sei finali finora disputate in questa stagione. Finora Celenta ha vinto a Castelletto Gara-1, en-plein a Sarno, Adria gara-2. Ad attaccare la leadership di Celenta ad Adria in gara-1 ci ha provato con successo il ferrarese Alessandro Pelizzari (CKR-Tm), andato al successo opo essere partito in pole position. Grande performance anche quella dimostrata da Matteo Viganò (Top Kart-Parilla), secondo in Gara-2, di Leonardo Lorandi (Tony Kart-Vortex) secondo in Gara-1 e terzo in Gara-2, e del giovane Alessio Baldi (CRG-Tm) ottimo terzo in Gara-1. Un po’ attardato per problemi di setup Mirko Torsellini (Exprit-Tm), dopo i suoi tre podi guadagnati nei primi due appuntamenti, così come Massimo Mazzali (Croc-Tm) grande protagonista della prima prova di Castelletto.

 

La classifica KZ2: 1. Celenta punti 159; 2. Torsellini 92; 3. Mazzali 83; 4. Viganò 82; 5. Mosca 52; 6. Pelizzari 50; 7. Lorandi Leonardo 48; 8. Baldi 38; 9. Longhi 34; 10. Lapina 30.

 

MORETTI ALL’ASSALTO DELLA OK JUNIOR

 

Nella OK Junior è stato Marzio Moretti (Exprit-Tm) ad uscire con il miglior bottino dall’ultimo appuntamento di Adria, grazie al secondo posto di Gara-2 e soprattutto alla vittoria ottenuta in Gara-2 dopo una rimonta dalla settima posizione per la griglia invertita. Moretti adesso è il nuovo leader di classifica, ma fra i suoi maggiori rivali si è inserito anche il promettente Andrea Rosso  (BirelArt-Tm) andato al successo in Gara-1 e secondo in volata alle spalle di Moretti in Gara-2. Nicolò Genisi (Formula K-Tm) ha raggiunto in classifica al secondo posto l’indonesiano Perdana Minang (Tony Kart-Vortex). Fra i più competitivi si è confermato anche Alessandro Giardelli (Tony Kart-Tm) ad Adria sul podio di Gara-2, insieme a Leonardo Papalia (Tony Kart-Tm) sul podio di Gara-1. Giuseppe Fusco, ora su Gold, ha guadagnato qualche punto dopo le due vittorie di Castelletto e Sarno in Gara-2.

 

La classifica OK Junior: 1. Moretti punti 110; 2. Minang 96; 3. Genisi 96; 4. Giardelli 74; 5. Rosso 73; 6. Fusco 69; 7. Papalia 59; 8. Morricone 53; 9. Ferrari 52; 10. Guidetti 47.

 

NELLA 60 MINI IN AUGE IL TEAM GAMOTO

 

Mini_Gara1_FMP_0325Nella 60 Mini stanno guadagnando terreno e competitività i giovani piloti del Team Gamoto su CRG-Tm, e non solo con il francese Evann Mallet e il siciliano Alfio Spina, vincitori rispettivamente delle due finali di Adria, ma anche con lo spagnolo Josè Antonio Gomez, anche lui ad Adria molto vicino al podio dopo aver vinto Gara-2 a Sarno. Una trasferta difficile si è rivelata invece per l’altro pilota siciliano, Gabriele Minì (Energy-Tm), che dopo i successi di Castelletto e Sarno mantiene comunque la leadership in classifica ma ora con un margine di appena 7 punti su Mallet e 22 punti su Spina. Sul podio di Adria sono terminati anche i due piloti della Baby Race su Tony Kart-Tm Nicolò Cuman e Alessandro Cenedese. Fra i protagonisti anche Leonardo Caglioni (Evokart-Tm), quarto in classifica.

 

La classifica 60 Mini: 1. Minì punti 115; 2. Mallet 108; 3. Spina 93; 4. Caglioni 88; 5. Cuman 81; 6. Gomez 62; 7. Cecchi 52; 8. Cenedese 38; 9. Coluccio 36; 10. Weug 36.

 

ACI KART E ACI KART JUNIOR, BELLA COMPETITIVITA’

 

Le due categorie ACI Kart e ACI Kart Junior, ambedue con motorizzazione Iame, iniziano ad esprimere una bella competitività, anche se la partecipazione è ancora abbastanza contenuta. In classifica sono entrati 17 piloti, ma con la gara di Adria la graduatoria è sub-judice per un ricorso in appello del vincitore di Gara-1, Cristian Comanducci contro la decisione di una penalizzazione di 10 secondi. Comanducci ad Adria si è poi ripetuto con un’altra vittoria in gara-2, nonostante la griglia invertita, e grazie anche alla vittoria ottenuta a Sarno virtualmente si è portato al terzo posto in campionato. In vetta alla classifica è ancora Alessandro Di Cori, autore di una doppia vittoria a Castelletto e di gara-2 a Sarno, seguito da Simone Favaro, ma anche Matteo Zamporlini è fra i protagonisti per essere andato a podio una volta a Castelletto e due volte ad Adria.

 

La classifica ACI Kart (sub-judice): 1. Di Cori punti 82; 2. Favaro 63; 3. Comanducci 62; 4. Zamporlini 48,5; 5. Donadei 36; 6. Solinas 35; 7. Giliberti 17; 8. Palermo 16,5; 9. Ardito 16; 10. Stefanelli 15,5.

 

Nella ACI Kart Junior, con 11 piloti in classifica, il polacco naturalizzato pugliese e in gara con il Team Salento, Alexander Bardas su DR, si è rivelato il mattatore dell’ultima prova con due vittorie nelle due finali, ambedue vinte in volata su Luca Graziani (FA), in Gara-2 per appena 85 millesimi di secondo. Proprio Bardas e Graziani si sono rivelati i due maggiori contendenti per il campionato, ora ambedue in vetta alla classifica a pari punti. Terzo protagonista della categoria è Giulio De Amicis (Tecno), vincitore della prima prova di Castelletto e poi sempre andato a punti, così come Matteo Maria Roccadelli (Evokart).

 

La classifica ACI Kart Junior: 1. Graziani e Bardas punti 66; 3. De Amicis 58; 4. Roccadelli 51; 5. Menegon 36; 6. Fronzilli 21; 7. Perilli 21; 8. Torreggiani 19; 9. Masala 12; 10. Perilli 11.

 

FINALE IN SICILIA PER LE DUE PRODRIVER

 

Prodriver_Under_Gara1_FMP_9656In Sicilia si presenteranno anche le due categorie 125 Prodriver per la loro terza e ultima prova del Campionato Italiano. Nella Prodriver Under, nel duello iniziale di Castelletto fra Federico Centioni (EKS-TK-Tm) e Francesco Temperini (Tony Kart-Tm), ad Adria è stato Nicolò Zin (CKR-Tm) a inserirsi e imporsi con una doppia vittoria nelle due finali andando in testa alla classifica di campionato. Ad Adria a secco di punti si è ritrovato Centioni, veramente sfortunato per una serie di problemi nella trasferta in Veneto, mentre Temperini in Gara-1 ha accusato una pesante penalizzazione di 10 secondi che gli ha fatto perdere il primo posto in Gara-1, con conseguente retrocessione in quinta posizione. Nella classifica di campionato alle spalle di Zin si è portato Filippo D’Attanasio, Centioni ha perso la leadership ed ora è terzo davanti a Temperini. Una scalata in classifica l’ha effettuata invece Luca Bombardelli (Maranello-Tm), ora quinto grazie ai due podi conquistati ad Adria. A prendere quota sono stati anche Denis Tuia (Intrepid-Tm), andato a podio in Gara-1, così come Riccardo Nalon (Formula K-Tm) reduce dall’incidente di Castelletto e andato a podio in Gara-2.

 

La classifica Prodriver Under: 1. Zin punti 66; 2. D’Attanasio 54; 3. Centioni 52; 4. Temperini 50; 5. Bombardelli 48; 6. Alfiniti 44; 7. Tuia 37; 8. Nalon 34; 9. Zanotti 32; 10. Salvetti 32.

 

Nella Prodriver Over, così come nella Prodriver Under, le quattro finali disputate fra Castelletto e Adria hanno avuto quattro vincitori diversi. Nella seconda prova di Adria ad aggiudicarsi la vittoria sono stati Cristian Griggio (CRG-Tm) e Daniele Cirelli (EKS-Tm), nella prima prova di Castelletto erano stati invece Paolo Scagnelli (Energy-Tm) e Luca Giannecchini (Parolin-Tm) ad andare al successo. A destare sensazione ad Adria è stata la prova di Cirelli, ritirato in Gara-1 e poi dall’ultima posizione di partenza nella finale successiva è andato a vincere Gara-2, un successo che gli ha valso la nuova leadership. Giannecchini è riuscito a guadagnare la seconda posizione in classifica con un quinto posto in Gara-1, mentre Simone Torsellini (Tony Kart-Vortex) ha scalato la classifica grazie al terzo posto in Gara-2. Fra i maggiori protagonisti della Prodriver Over, Andrea Tonoli (CRG-Tm), campione italiano del 2015, ad Adria autore della pole position e secondo in Gara-1, e Pasquale Feola (LH-Tm) del Team Valentino Racing Team, sul podio di Gara-1 al termine di una bella gara e buon sesto in Gara-2. Ottime anche le prove di Luca Levorato (Parolin-Tm) secondo in Gara-2, e di Claudio Tempesti (BirelArt-Tm) quarto in Gara-2.

 

La classifica Prodriver Over: 1. Cirelli punti 72; 2. Giannecchini 60; 3. Torsellini Simone 59; 4. Scagnelli 57; 5. Griggio 45; 6. Tempesti 40; 7. Feola 38; 8. Tonoli 36; 9. Levorato 34; 10 Avanzato 32.

 

125 CLUB AVRA’ LA FINALE A SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA

 

Nella 125 Club la terza prova finale della categoria si svolgerà a Sant’Egidio alla Vibrata il 16 ottobre, in occasione dell’ultima prova del Campionato Italiano ACI Karting. In questa categoria è Tommaso Polidoro (EKS-TK-Tm) ad essere salito alla ribalta, grazie al successo di Adria in Gara-1 e al secondo posto in Gara-2, oltre alla vittoria conquistata nella seconda finale del precedente appuntamento di Castelletto. Polidoro, in gara con il Team Taglienti, è stato praticamente il mattatore di Adria fin dalle prove e nelle manches, meritando ampiamente la nuova leadership di campionato. A contrastare Polidoro rimane soprattutto Francesco Atzori (CRG-Tm), autore di una vittoria in Gara-1 a Castelletto e sempre in Gara-1 secondo ad Adria. In lizza per il titolo si propongono anche tre protagonisti di Adria: Vincenzo Di Costanzo (KGM-Tm), sul podio di Gara-1, Emanuele Grossi (Tony Kart-Tm) vincitore di Gara-2 e Andrea Telleschi (Croc-Tm) terzo in Gara-2.

 

La classifica 125 Club: 1. Polidoro punti 96; 2. Atzori 92; 3. Di Costanzo 82; 4. Grossi 46; 5. Telleschi 46; 6. Ferraro 43; 7. Ramacciotti 30; 8. Caso 26; 9. Moretti 22; 10. Caringi 22.

 

Tutti i risultati nel sito www.acisportitalia.it

 

Prossimo appuntamento del Tricolore il 16-18 settembre in Sicilia sulla Pista di Triscina.

 

Ufficio Stampa

ACI Sport S.p.A.

 

Nelle foto:

Francesco Celenta  (Formula K-Tm) leader del Campionato Italiano in KZ2 dopo le prime tre prove;

La partenza della prima finale della 60 Mini, con il francese Evann Mallet e il siciliano Alfio Spina, tutti e due su CRG-Tm del Team Gamoto;

L’arrivo di Gara-1 della Prodriver Under ad Adria, con la vittoria di Nicolo’ Zin (CKR-Tm).

You may also read!

Rally Lana Storico 2024 Le Ns foto

Rally Lana Storico 2024 Le Ns foto  

Read More...

UNA PANIGALE V2 SUPERQUADRO DA COLLEZIONE!

di maurizio ferrero.    Una Panigale V2 Final Edition da collezione, in serie limitata di 555 esemplari numerati, è il

Read More...

Il 44° Rally Internazionale Casentino verso l’accensione dei motori: presentato l’evento davanti alle autorità

Il 44° Rally Internazionale Casentino verso l’accensione dei motori: presentato l’evento davanti alle autorità L'appuntamento è stato presentato ieri sera,

Read More...

Mobile Sliding Menu