Grand Prix Terre dei Savoia un viaggio sulle Orme dello Zar

In Auto storiche

Grand Prix Terre dei Savoia un viaggio sulle Orme dello Zar

RACCONIGI (CN) – L’orologio scandisce il count down alle 8.00 del mattino di domenica 18 ottobre, quando i valorosi equipaggi affronteranno i 280 km e le 36 prove di precisione che formano la terza edizione del GP Terre dei Savoia. Valorosi sì, ma un pizzico meno di quanto lo furono un secolo fa, esattamente il 24 e 25 ottobre 1909, quando la corte sabauda e quella dello Zar Nicola II salirono in automobile (probabilmente l’Itala “Palombella”) per ammirare due delle perle del regno sabaudo: la basilica di Superga e Pollenzo. Ed anche questa terza edizione avrà come punti di forza questo triangolo, partendo da Racconigi, effettuando la sosta pranzo a Superga (da mozzare il fiato il chiostro della basilica dove verrà servita la colazione) per transitare nel cortile di Pollenzo. Insomma, pienamente rispettato il programma del centenario, con in più una sosta alla sabauda Carignano (un ramo della famiglia Savoia era appunto quello dei Savoia-Carignano) sostando in quel gioiello barocco che è la piazza centrale di Carignano. Il Grand Prix Terre dei Savoia, proprio per rifarsi ai viaggi di un secolo fa, farà tappa in due piccole realtà agricole piemontesi, come Cellarengo e Salmour, a significare la forza trainante che l’economia agricola aveva agli albori del XX° secolo ed ha ancor oggi, fornendo dei primati imbattibili in fatto di qualità dei prodotti proposti.

Il Grand Prix Terre dei Savoia comincerà sabato pomeriggio alle ore 14.00 con le operazioni di “punzonatura” delle vetture presso il Municipio di Racconigi, proprio in fronte alla facciata del Castello; le operazioni proseguiranno sino alle ore 18.30 e durante il pomeriggio i partecipanti alla gara avranno la possibilità di effettuare una visita a Racconigi, città che presenta interessanti spunti “oltre Castello” in fatto di architettura e di attività manifatturiera, con radici in un passato molto lontano. Domenica mattina, alle ore 8.01 il via al concorrente numero 1 nella piazza antistante il Castello per una gara molto impegnativa di circa 280 chilometri suddivisa in cinque settori, con quattro soste di riposo e 36 prove di precisione. Un percorso che toccherà la campagna cuneese e torinese, attraversando centri barocchi come Carignano, o medievali come Carmagnola, prima di scalare la collina di Torino per arrivare sino a Superga. Poi un tuffo nella pianura torinese ed astigiana per entrare nel Roero viaggiando sulla cresta della collina di tufo su cui sono arroccate Santa Vittoria d’Alba, per scendere nella Valle del Tanaro a Pollenzo, risalire nella napoleonica (e non solo) Cherasco prima di effettuare l’ultima sosta a Salmour. Il rientro della prima vettura a Racconigi è previsto per le ore 18.00 del pomeriggio. Seguirà un’aperi-cena con specia lità tipiche piemontesi, durante la quale verranno effettuate le premiazioni della gara.

Per informazioni www.kaleidosweb.com/VARIE/GPTDS09/home.htm; iscrizioni press@kaleidosweb.com, oppure 348 41.21.454

You may also read!

 8° Rally “Il Grappolo”: SARA’ ANCORA UN “GRAPPOLO DA RECORD”

 SARA’ ANCORA UN “GRAPPOLO DA RECORD” 160 GLI ISCRITTI AL SECONDO APPUNTAMENTO DELLA  COPPA DI ZONA 2 SI CORRE IL 25

Read More...

Formula 1: LA CARICA DEI 200 MILA A IMOLA

LA CARICA DEI 200 MILA A IMOLA NUOVA FESTA PER VERSTAPPEN LECLERC PORTA LA FERRARI A PODIO STICCHI DAMIANI:

Read More...

IL 41° RALLY DEGLI ABETI E DELL’ABETONE AL REGGIANO ANTONIO RUSCE

IL 41° RALLY DEGLI ABETI E DELL’ABETONE AL REGGIANO ANTONIO RUSCE Foto di Amicorally Una gara a senso unico, per il driver

Read More...

Mobile Sliding Menu