3° Rally Storico Costa Smeralda: le prove secondo Tiziano Siviero

In Auto storiche, Automobilismo, Rally

3° Rally Storico Costa Smeralda: le prove secondo Tiziano Siviero

Il due volte Campione del Mondo Rally descrive i tratti caratteristici delle quattro prove del rally, secondo la sua visione “corsaiola”.

Porto Cervo, 15 ottobre 2020 – Prove speciali del 3° Rally Storico Costa Smeralda che sono state svelate da giorni, ma è sicuramente interessante conoscere cosa ne pensa chi le ha studiate e tracciate. Altri non poteva essere che Tiziano Siviero, due volte iridato con la Lancia Delta al fianco di Miki Biasion, dall’alto della sua esperienza. Di seguito, le sue parole con le quali svela segreti e trucchi dei quattro tratti cronometrati sui quali, venerdì e sabato si sfideranno i contendenti del Campionato Italiano Rally Auto Storiche.

Con l’occasione, si rammenta che le strade interessate saranno chiuse al traffico, due ore prima del passaggio della prima vettura.

P.S. 1 – 3 “San Pasquale”, km 13,64. 1° passaggio venerdì 16 ottobre ore 14.54. 2° passaggio ore 17.25 – Partenza del rally con una PS che racchiude un po’ tutto: inizio veloce in salita dove sarà necessaria la massima precisione di guida; poi un tratto intermedio tortuoso dove non bisogna dormire e infine un tratto finale di tipo pistaiolo nel quale la traiettoria che consenta l’utilizzo di tutta la carreggiata, sarà probabilmente la chiave per vincere la prova.

P.S. 2 – 4 “San Pantaleo”, km 3,94. 1° passaggio venerdì 16 ottobre ore 15.57. 2° passaggio ore 18.28 – Breve prova speciale fatta per dare la possibilità agli addetti ai lavori, di vedere le auto in azione a poca distanza da Porto Cervo. La prova ha tre tratti ben distinti con una prima parte da “corsa in salita”. Poi una intermedia molto lenta tra le viuzze di San Pantaleo e l’ultima in discesa “da pelo”, che i veri piloti non vorrebbero finisse mai.

P.S. 5 – 7 “Lo Sfossato”, km 11,83. 1° passaggio sabato 17 ottobre ore 10.58. 2° passaggio ore 14.11 – Una piccola università del rally! Prova divisa in due parti ben distinte: la prima sembra una corsa in salta, fatta però in discesa dove sarà basilare il mantenimento della traiettoria ideale. La seconda con salita e discesa su strada stretta medio-veloce in mezzo al bosco dove il “fegato” e le note ben fatte, garantiranno un buon bottino di secondi allo stop.

P.S. 6 – 8 “Aglientu”, km 18,70. 1° passaggio sabato 17 ottobre ore 11.52. 2° passaggio ore 15.05 – È una novità, la versione asfaltata della prova più classica del vecchio Costa Smeralda. Prova difficile da interpretare, con vari bivi dove in ognuno si dovrà cambiare ritmo. Vista la lunghezza, se ben interpretata sarà piacevolissima da guidare in un crescendo fino all’ultimo metro; se mal interpretata sarà un vero incubo sempre fino all’ultimo metro. Sicuramente farà classifica anche perché non mancano vari trabocchetti, tipo dossi e avvallamenti vari, in cui non si deve assolutamente cadere.

Notizie e documenti di gara al sito web www.rallycostasmeraldastorico.it

You may also read!

3° Rally Storico Costa Smeralda: Bonnet e Bentivogli i vincitori delle 2 regolarità

3° Rally Storico Costa Smeralda: Bonnet e Bentivogli i vincitori delle 2 regolarità Successo nella gara a media valida per

Read More...

ALESSANDRO GINO E DANIELE MICHI VINCONO IL RALLY DELLE MERENDE

ALESSANDRO GINO E DANIELE MICHI VINCONO IL RALLY DELLE MERENDE Il pilota Skoda Fabia  riesce nel finale a superare il

Read More...

MotoGP 2020: doppio podio Suzuki – Joan Mir sul gradino più alto del Motomondiale

MotoGP 2020: doppio podio Suzuki - Joan Mir sul gradino più alto del Motomondiale Suzuki festeggia il doppio podio

Read More...

Mobile Sliding Menu