9° RALLY DEL SEBINO IL RACCONTO

In Automobilismo, Classifiche, classifiche automobilismo, News, Rally

IL 9° RALLY DEL SEBINO AI NASTRI DI PARTENZA

Solo tre equipaggi non si sono presentati all’appello. Domani, domenica 10 ottobre partiranno in 110 da Lovere alla volta delle prove di Rogno, Val di Scalve e Gleno. Arrivo fissato per le 16:31.

Lovere (BG)- Un velo di emozione tinge i volti degli organizzatori della Sebino Eventi: dopo due anni la squadra è nuovamente operativa in campo gara per la 9° edizione del Rally del Sebino, unico rallyday lombardo che si correrà domani, domenica 10 ottobre.

Il successo riscontrato dalle iscrizioni è un ottimo viatico per chi ha profuso parecchi sforzi nell’imbastire e poi allestire un tracciato nuovo: da quest’anno infatti, alle classiche Rogno e Val di Scalve si è aggiunto il nuovo tratto della prova Gleno di ben 6,22 chilometri.

Tre i forfait – Solo tre concorrenti non hanno confermato la loro adesione a seguito dell’iscrizione inviata. Mancheranno infatti il numero 14 Sassi-Manghera (Fiat Punto S1600), il numero 39 Gonella-Manassero (Peugeot 208 R2C) ed il 132 Gentile-Spagnoli (Bmw RSDPlus). Alcuni cambi di classe invece, rispetto all’elenco iscritti: il 49 Gualdi-Cortinovis, il 53 Perego-Licini ed il 55 Rizzieri-Moia saranno al via con Peugeot 208 Rally4 di classe R2C anziché R2B mentre il 101 Fiora-Ballarini gareggerà per la N3 e non per la RS2.0.

Chi la spunterà?- Il cielo plumbeo di oggi ha fatto venire qualche perplessità ai più ma il pronostico sembra essere racchiuso solo a quattro principali pretendenti: il francese Audirac vincitore nel 2019, il locale Bendotti, il camuno Ronchi, tutti su Renault Clio S1600 e l’altro camuno, Tosini, su Clio R3C, la stessa che gli ha già regalato quattro successi su queste strade. Possibili outsider? C’è chi guarda al giovane Grimaldi in R3C e chi addirittura dice che per il podio finale bisognerà attendere la Racing Start numero 133 di Bossalini-Ratnayake: la potenza della sua Bmw 125D da oltre 300 cavalli potrebbe stupire sebbene distribuita sulla sola trazione posteriore. Staremo a vedere!

Da segnalare anche due equipaggi rosa: Gabriella Trappa, con il compagno Fabio Piardi, gareggerà in S1600 mentre Debrah Sartori, con Simona Camera, prenderà parte alla corsa in N3.

Diamo i numeri– A seguito dei cambi apportati all’ultimo e dei non verificati, domani la classe più rappresentata sarà la N2 con 22 partenti seguita dalla S1600 con 15, dalla N3 con 11 e dalla R2B con 10. I pretendenti della A7 saranno 9 mentre 7 ne contano la R3C e la R2C; una in meno- dunque 6- per la RSPlus 2.0: sono le Bmw del Trofeo CFB2 RaceTech. Quattro concorrenti prenderanno il via con le N1 come altrettanti in A6; 2 concorreranno per la RSPlus1.6 e la RS1.6; tutte le altre classi invece (ben 11) avranno solo un partecipante.

Orari chiusura strade – Prova di Rogno: la strada verrà chiusa alle 7.20 e riaperta alle 11.10 per il primo passaggio che avverrà alle 8.25 mentre per il secondo crono (ore 13.53) verrà chiusa dalle 12.50 alle 16.25. Per ciò che concerne la Ps Val di Scalve il tratto sarà chiuso al traffico veicolare dalle 8.05 fino alle 11.40 (start Ps ore 9.09) e dalle 13.30 alle 17.10 (start Ps 14.37). La Gleno invece verrà chiusa dalle 8.30 alle 12.10 (inizio prova ore 9.38) e dalle 14.00 alle 17.40 (Ps ore 15.06).

ALAN RONCHI AL COMANDO DEL 9° RALLY DEL SEBINO

Il pilota di Breno vince le prime tre speciali della corsa e a metà gara conduce con 7”3 su Bendotti e 12”6 su Rivaldi.

Lovere (BG)- Tre scratch sono il biglietto da visita del camuno Alan Ronchi che con Mattia Orio ha monopolizzato la prima metà gara del Rally del Sebino 2021.

A bordo di una Renault Clio S1600 della Top Rally, l’equipaggio numero 7 ha imposto il suo ritmo prevalendo in tutte e tre le prove speciali. I primi distacchi sono stati risicati rispetto al francese Cyril Audirac con Vilma Grosso (Clio Motul Tech) subito alle spalle con 0”2 nella Rogno e 0”3 nella Val di Scalve. Un guasto alla frizione però, ha allontanato fino a 13”1 il driver transalpino nella PS3 permettendo la risalita di altri concorrenti. In primis “Giampy” Bendotti, secondo a 7”3 su Clio Erreffe insieme a Giuliano Vaerini, che ha segnato un ottimo parziale nel terzo crono di Gleno. Molto bene anche il bresciano Fabio Rivaldi in coppia con Walter Pasini su Citroen Ds3 R3T, che ha il terzo tempo assoluto dopo il giro di boa ed è comunque autore di un ottimo rally. Il suo distacco è di 12”6.

L’ottima partenza di Cianfanelli-Polonioli (Clio S1600 V-Sport) è invece vanificata da una toccata in Ps3 che li ha messi fuori causa. Problemi di assetto non consentono al plurivincitore Tosini di graffiare come al suo solito con la Renault Clio R3C: è sesto a 17”5.

Ottimi rilievi per Bossalini-Ratnayake che su una BMW Racing Start Plus sono settimi assoluti.

9° RALLY DEL SEBINO: RONCHI FORA E AUDIRAC FIRMA IL BIS

Finale thrilling al Sebino dove Ronchi sembra avere in pugno la gara ma sull’ultima prova combina la frittata forando una gomma. Ne approfitta il francese Audirac che è autore di una rimonta incredibile dopo il problema alla frizione del mattino. Secondo un bravo Bendotti mentre il podio è completato da Rivaldi su Citroen Ds3. Strepitoso Bossalini, 4° con una Bmw Racing Start.

Lovere (BG)- Al Rally del Sebino suona ancora la marsigliese. Dopo il successo del 2019, Cyril Audirac vince anche la nona edizione insieme a Vilma Grosso su Renault Clio S1600 della Motul Tech. Nulla di scontato o semplice però per una gara che ha vissuto parecchi colpi di scena.

Fino ad una prova dalla conclusione infatti, la testa della corsa era saldamente nelle mani del camuno Alan Ronchi che con Mattia Orio (Renault S1600 Top Rally) si era aggiudicato le prime tre prove del mattino ed aveva gestito con criterio le Ps4 e 5 giungendo a pochi decimi dall’arrembante “galletto” Audirac.

Una foratura all’anteriore sinistro nel corso dell’ultima prova costata oltre un minuto ha però strozzato l’urlo in gola a Ronchi lasciando così ad Audirac – 39enne di Mougins (tra pochi giorni festeggerà i 40!) la vittoria su un piatto d’argento. In mattinata infatti, dopo tempi importanti, Audirac aveva accusato un guasto alla frizione che gli aveva causato un ritardo di 12”6 ma tre successi nelle ultime tre prove lo hanno riportato a galla fino alla vittoria finale.

Sono contento per questa gara: siamo stati condizionati dal problema alla frizione ma il team ha svolto un grande lavoro e  noi ci abbiamo creduto nonostante, onestamente, credessimo di poter giungere al massimo in seconda posizione. Ci spiace per Ronchi che avrebbe meritato ma le gare sono anche questo” ha detto Audirac.

Molto bene “Giampy” Bendotti e Giuliano Vaerini che, in vista della partecipazione al Monza Wrc che si correrà anche sugli asfalti orobici, hanno sempre tenuto i ritmi ad alto livello chiudendo secondi assoluti a solo 1”2 dalla vetta; dopo il 4° posto al Prealpi Orobiche  è sicuramente un piazzamento decisamente positivo: per il driver di Solto Collina si tratta del secondo podio al Sebino dopo quello del 2018. Anche per il terzo assoluto, il bresciano Fabio Rivaldi, si tratta del secondo podio dopo il 3° posto del 2017: sulla sua Citroen Ds3 R3T della Mediaprom Racing, “Rivo” ha tenuto una condotta rapida ed efficace riuscendo a completare con un distacco i 17”2: è festa per tutto il Gruppo Rallomani Bresciani!

Eccellente prova dei piacentini Elia Bossalini e Harshana Ratnayake che sulla BMW Racing Start Diesel numero 133 hanno segnato costantemente tempi da top ten assoluta: alla fine per loro un incredibile 4° posto finale che è un ottimo regalo per il pilota che oggi compie 37 anni. Della nuova creatura da 320 cavalli preparata dalla Tecno Sport sentiremo sicuramente parlare ancora!

Il trofeo dedicato a Bruno Banaudi DJMcRae è andato ad Emanuele De Lazzari copilota veneto di Elia Stevanato , nato il 9 settembre 2002: è lui il navigatore più giovane al traguardo!

Per il Trofeo Bmw del CFB2 Race Tech la vittoria è andata a Di Novi e Viola che dalla pista ha trovato favorevole il passaggio ai rally; seconda posizione per Ardigò e la Previato mentre il terzo è quello che sorride più di tutti: con questo piazzamento infatti, Andrea Costa e Marco D’Elia sono i vincitori del Trofeo edizione 2021!

Dei 110 partiti sono 95 gli equipaggi che sono riusciti a completare la corsa.

Albo d’oro – 

1° Ronde del Sebino 2012: D’Aste-Marchetti (Lotus Exige RGT)

2° Ronde del Sebino 2013: Savoldelli-Grigis (Peugeot 207 S2000)

3° Rallyday del Sebino 2014: Caffoni-Grossi (Renault Clio S1600)

4° Rallyday del Sebino 2015: Tosini-Polonioli (Renault Clio R3C)

5° Rallyday del Sebino 2016: Tosini-Peroglio (Renault Clio R3C)

6° Rallyday del Sebino 2017: Tosini-Peroglio (Renault Clio R3C)

7° Rallyday del Sebino 2018: Tosini-Peroglio (Renault Clio R3C)

8° Rallyday del Sebino 2019: Audirac-James (Renault Clio S1600)

9° Rallyday del Sebino 2021: Audirac-Grosso (Renault Clio S1600)

www.sebinoeventi.it

You may also read!

Ice Challenge 2022 cambia volto

Ice Challenge 2022 cambia volto per la straordinaria stagione 2022 02.12.2021 – Una nuova identità, un nuovo logo, una nuova

Read More...

AL RALLY CIRCUIT BY VEDOVATI AL VIA IN 108!

AL RALLY CIRCUIT BY VEDOVATI CORSE SARANNO IN 108! Superata quota cento per la corsa in circuito che si terrà

Read More...

10° Memory Fornaca il finale le classifiche

Il 10° Memory Fornaca lo vincono Salvini e Tagliaferri Al termine della 7^ edizione de La Grande Corsa, a Chieri

Read More...

Mobile Sliding Menu