Slalom Bagnasco-Battifollo, un’oasi al fresco dopo “l’inferno” dei birilli 

In Automobilismo, News, Slalom, Velocità in salita

Slaom Bagnasco-Battifollo, un’oasi al fresco dopo “l’inferno” dei birilli

A quattro giorni dal semaforo verde, mentre continuano a pervenire le iscrizioni, si limano gli ultimi dettagli di una gara che si prevede molto calda, sia agonisticamente sia climaticamente. Anche per chi non è appassionato di motori, il territorio offre ampie opportunità, mentre per piloti e spettatori è prevista un punto di ristoro dal solleone nell’area di picnic appena superata la bandiera a scacchi, dove sarà previsto un punto classifiche

BAGNASCO (CN), 23 luglio – “Si prevede una gara incandescente. Sia fra i birilli sia per gli spettatori”. Non ha dubbi Paola Bocchino di BMG Motor Events, il team organizzatore del sesto Slalom Bagnasco-Battifollo. “Gli iscritti che stanno arrivando confermano che sarà battaglia per la classifica assoluta e per le categorie in cui è divisa la gara. Nessuno avrà vita facile per salire sul gradino più alto del podio” conferma ancora l’organizzatrice dell’Alta Langa. “Consultando le previsioni meteorologiche sono previste temperature oltre i 30° nelle fasi ‘calde’ della gara” le fa eco Luca Meneghetti, l’altra colonna portante di BMG Motor Events. “Per questo motivo abbiamo messo la linea del traguardo subito prima dell’area pic-nic che si trova sulla strada che da Bagnasco va a Battifollo. Proprio in quel punto, al fresco ventilato del castagneto, abbiamo messo una postazione in cui i piloti potranno consultare i risultati cronometrici e riprendersi dalla scalata che compiranno praticamente in apnea sui 2950 metri del percorso”.

Non solo birillate. Bagnasco e Battifollo sono due caratteristici borghi dell’Alta Valle Tanaro. Che sanno offrire valide alternative anche a chi non vuole godersi lo spettacolo dello slalom. Attorno a Bagnasco (493 metri s.l.m.) si innalzano colline che raggiungono i mille metri, sede ideale di passeggiate boschive. Antico presidio fondato al tempo dei romani, Bagnasco presenta un antico ponte romano sul Tanaro perfettamente restaurato e la torre medievale, oltre a due chiese parrocchiali (Santa Margherita e Sant’Antonio Abate che ospita una pala attribuita a Gaudenzio Ferrari) con interessanti opere pittoriche. Prodotto tipico il fagiolo bianco di Bagnasco. Battifollo guarda la Valle Tanaro ai suoi piedi dall’altezza di 846 metri s.l.m., fra castagneti e boschi cedui. Da vedere i trinceramenti a ricordo della battaglia napoleonica del 1796 e il castello medievale. Sia a Bagnasco sia a Battifollo i cultori della cucina tipica della Langa troveranno ampie soddisfazioni. Possibilmente a gara finita.

Parata per scoprire il percorso e pranzo alla “Calamita”. Oltre ai concorrenti della sesta edizione dello Slalom Bagnasco-Battifollo saranno i partecipanti alla parata a gustarsi, subito dopo la conclusione della manche di ricognizione, gli spettacolari tornanti della Strada Provinciale 143 che portano dalle sponde del Tanaro sino all’ombra del Castello di Battifollo. Terminato il loro impegno automobilistico i partecipanti alla parata si concederanno il pranzo langarolo presso il ristorante Pizzeria “La Calamita”.

Parco chiuso, bar aperto al “Mettinfolle”. Terminate le quattro manche della gara (quella di ricognizione della tarda mattinata e le tre cronometrate del pomeriggio) i concorrenti parcheggeranno le loro vetture davanti al municipio di Battifollo per poi riunirsi nelle sale del bar “Mettinfolle” per un aperitivo aspettando le premiazioni che si svolgeranno presso il campo sportivo di Bagnasco. Un modo tranquillo di ingannare l’attesa, “mettendo in folle” tensione e adrenalina accumulate durante la gara.

Struttura classica della gara con verifiche sportive e tecniche nel tardo pomeriggio di sabato 28 luglio e domenica 29 luglio, di prima mattina, seguite alle ore 11.00 da una prima salita di ricognizione e una breve pausa pranzo. Quindi alle ore 13.00 si parte con la prima delle tre manche su un tracciato di 2950 metri, reso più intenso da 12 birillate che impegneranno i concorrenti sulla Strada Provinciale 143, resa più eccitante da quattro tornanti molto spettacolari, di cui due a 90 gradi che stimoleranno i concorrenti all’uso del freno a mano. La gara si svolgerà su un fondo asfaltato perfettamente levigato, e scatterà al km 2,1 della provinciale a 621 metri sul livello del mare per inerpicarsi fino ai 780 metri della linea di arrivo con un dislivello di 159 metri, con Parco Chiuso a Battifollo. Le premiazioni si svolgeranno alle ore 18.00 presso il Campo Sportivo di Bagnasco.

Appuntamento alla “Calamita – Cuore pulsante dello slalom Bagnasco-Battifollo sarà la Pizzeria “La Calamita (Via Nazionale 51, Bagnasco, tel. 0174/76.306) che ospiterà la direzione gara. Oltre a preparare pizze, pasta e manicaretti nel suo forno a legna che farà venirel’acquolina in bocca a tutti quelli che non saranno impegnati nella gara. Per chi corre, occasione ghiotta sabato sera o dopo le premiazioni…

Così nel 2014 – La quinta edizione dello slalom Bagnasco-Battifollo si svolse il 27 luglio di quattro anni fa e vide il successo di Domenico Romeo, Formula Gloria, che superò tutti gli avversari grazie ad una terza manche molto determinata andando a vincere davanti a Mino Cavaglià, 126 Proto, anche lui particolarmente brillante nell’ultima salita. Terza piazza per Giuseppe Esposito, Cinquecento, che dopo essere stato il più veloce di tutti nella prima manche, non riuscì a ripetere l’exploit nelle due manche successive dovendosi accontentare del terzo gradino del podio.

  • Programma
  • Verifiche tecniche: Bagnasco, Piazza Santa Margherita, sabato 28 luglio ore 16.30-19.00
  • Bagnasco, Piazza Santa Margherita, domenica 29 luglio, ore 8.00-9.30
  • Manche di ricognizione: Bagnasco-Battifollo, ore 10.30
  • Prima manche di gara: Bagnasco-Battifollo, ore 13.00
  • Parco chiuso: Battifollo, Bar “Mettinfolle”
  • Premiazioni: Bagnasco, Campo Sportivo”, Via Nazionale (SS 28) ore 18.00
  • Caratteristiche del percorso
  • Lunghezza: 2950 metri, SP 143
  • Birillate: 12
  • Dislivello: 159 metri (da 621 metri s.l.m. a 780 metri s.l.m.)

You may also read!

The Ice Challenge 2019 gran finale in terra francese

The Ice Challenge 2019 gran finale in terra francese. Domenica 17 Febbraio l’ultimo appuntamento della stagione Nel dipartimento francese

Read More...

SMIDERLE- BORDIN SI AGGIUDICA IL RALLY DELLA VAL D’ORCIA 2019

IL DUO VICENTINO SMIDERLE- BORDIN SI AGGIUDICA UNA TIRATISSIMA DECIMA EDIZIONE DEL RALLY DELLA VAL D’ORCIA CON UNA FORD

Read More...

Al The Ice Challenge di Pragelato il Gigi Galli Day

The Ice Challenge festeggia a Pragelato il Gigi Galli Day Gigi Galli festeggia con un en-plein il terzo appuntamento

Read More...

Mobile Sliding Menu