LA SABBIA DI OTTOBIANO METTE ALLA FRUSTA I TALENTI DEL CROSS

In Motociclismo, Motocross, News, News motoristiche

JMX – FINALE – REPORT TIME OTTOBIANO

FINALE #2 125 – 85 JUNIOR – 65 CADETTI
FINALE #3 85 SENIOR – YAMAHA BLU CRU CHALLENGE
OTTOBIANO (PV) 16/17 SETTEMBRE

LA SABBIA DI OTTOBIANO METTE ALLA FRUSTA I TALENTI DEL CROSS

Foto: Off Road Media

La penultima delle finali nazionali dell’Italiano Junior Racestore si è disputata sul tracciato South Milano di Ottobiano. Oltre 180 piloti si sono dovuti impegnare a fondo sul terreno sabbioso reso ancora più difficile dalle piogge del venerdì e del sabato. Il lavoro degli organizzatori ha sicuramente alzato l’asticella e le gare sono state molto belle. Sono usciti da questo appuntamento con le tabelle rosse delle rispettive categorie Maurizio Scollo nella 125, Nicolò Alvisi nella Senior, Francesco Assini nella Junior e Dominick Maifredi nei Cadetti.

REPORT TIME – Maurizio Scollo è stato il protagonista del fine settimana dominando la 125 con grande autorità, prendendosi anche la tabella rossa seppur in coabitazione con Simone Mancini. Si prospetta un’ultima prova a Cingoli (MC) non adatta ai deboli di cuore. Ormai molto indirizzate le altre categorie con Nicolò Alvisi che allunga ancora nella Senior, stessa cosa dicasi per Assini e Maifredi. Non rimane che aspettare un altro mese per decretare i campioni 2023.

125 – E’ Giorgio Orlando (Yamaha – Orbassano racing) a prendere la testa di gara 1 seguito da Noel Zanocz (KTM – Pardi Royal Pat KTM Racestore) che lo ha attaccato subito per prendere il comando guadagnando terreno su tutto il gruppo. Il pilota ungherese però a metà manche deve ritirarsi per un guaio meccanico e Orlando è ritornato Leader. Con il passare dei minuti Maurizio Scollo (Yamaha – Team Insubria Yamaha) ha raggiunto la seconda piazza ed a tre giri dalla fine ha “agguantato” anche Orlando per poi passarlo e portarsi in testa fin sotto la bandiera a scacchi. Dietro di lui ed Orlando grande battaglia tra Nicola Salvini (Yamaha – La Rocca) e Simone Mancini (Yamaha – Megan racing) che sono arrivati appaiati anche se ad avere la meglio è stato Salvini. Quinto a pochissimi metri da loro Brando Rispoli (Husqvarna – Torre della Melonia).

Nella seconda manche grande partenza per Davide Brandini (KTM – Erresse) che ha fatto suo l’hole shot Fashionbike. Di li a poco è stato Mancini a sopravanzarlo fino all’arrivo di Scollo che non gli ha lasciato scampo e lo ha relegato in seconda posizione già alla prima tornata. I due hanno tenuto la posizione fino al traguardo mettendo distanza con gli altri avversari. Terzo al traguardo è stato Francesco Bellei (KTM – G.S. Fiamme Oro Milano) che ha preceduto Brandini e Gennaro Utech (Gasgas – Celestini racing MC Gaerne).

La penalizzazione di Brando Rispoli in gara due per un’infrazione poco prima del via della manche lo ha tolto dal podio di giornata oltre che  compromettere il suo cammino in campionato, Brando era arrivato ad Ottobiano in prima posizione seppur a punti con Mancini.

Sul podio di giornata quindi Scollo al centro e vincitore con Mancini ed Orlando in seconda e terza piazza.

In campionato Scollo è tabella rossa anche se a pari punti con Mancini a 740, terzo in classifica Bellei con 602.

Il Challenge Yamaha Blu Cru ha visto prevalere oggi Maurizio Scollo anche se a guidare la classifica è sempre Simone Mancini.

SENIOR – Per loro era il terzo atto delle finali ma ancora una volta a salire sul gradino più alto del podio è stato Nicolò Alvisi (Gasgas – AMX) anche se ha incontrato un Riccardo Pini in ottima giornata.

In gara uno è stato un testa a testa tra Alvisi e Pini che pur partendo dietro si sono ritrovati faccia a faccia nelle ultime battute di gara. Riccardo Pini (KTM – Mcv Motorsport) ha portato l’attacco decisivo su Alvisi a pochi giri dal termine andando poi a prendersi la manche con distacco. Terzo Edoardo Riganti (Husqvarna – Gorlese Mario Colombo) che ha fatto un’ottima prima parte di gara, quarto Andrea Uccellini (Husqvarna – Fashionbike Ragni moto) e quinto Pietro Landolfi (KTM – Orbassano racing).

Nella seconda manche hole shot Fashionbike per David Cracco (Husqvarna – O Ragno 114 MC Brogliano) che ha tenuto la testa per un giro per poi lasciare spazio ad Alvisi che da li in poi ha preso un vantaggio decisivo su Riccardo Pini che ha dovuto rimontare diverse posizioni prima di raggiungere il secondo posto. Riccardo ha provato a ricucire il gap ma non c’è stato nulla da fare. Terzo al traguardo Andrea Uccellini che ha preceduto Edoardo Riganti e David Cracco.

Sul podio di giornata Alvisi svetta con al suo fianco Pini secondo ed Uccellini terzo.

Nella classifica dei Senior Alvisi guida con 1320 punti, Pini lo segue con 1050 e Uccellini è terzo con 1040.

Challenge Yamaha Blu Cru a favore di Enea Alamanni (Caparvi racing Megan Racing).

JUNIOR – Ancora una volta il protagonista di questa categoria è stato Francesco Assini (KTM – LGM Racing Team) che ha portato a casa tutto il pacchetto. Dopo la pole position Fashionbike anche l’hole shot e le due manche. Ad una prova dal termine è difficile immaginare qualcuno che possa contrastarlo verso la corsa al titolo tricolore degli Junior. Su questo terreno poi è sembrato trovarsi particolarmente a suo agio.

In gara uno ad arrivare alle spalle di Assini è stato Cristian Amali (KTM – Pardi Royal Pat KTM Racestore) che ha dovuto come al solito risalire la classifica dopo un avvio difficile, terzo Pietro Riganti (Husqvarna – Gorlese Mario Colombo) che ha combattuto per la piazza d’onore fino alla bandiera a scacchi. Quarto posto per un ottimo Liam Pichler (Husqvarna – Berbenno) e quinto Federico Santini (KTM – Erresse).

Nella seconda manche dopo il dominatore Assini è stato Pietro Riganti ad arrivare secondo tenendo per larghi tratti il passo del vincitore. Terzo posto per Filippo Cordioli (KTM – Bisso Galeto) mentre a chidere la top five troviamo Giacomo Milani (Gasgas – Dirtbike racing team) e Armin Paizs (Husqvarna – Pardi racing).

Il podio ricalca la classifica di campionato, Assini consolida il primato che lo vede a 480 punti contro i 360 di Riganti ed i 314 di Amali.

Il challenge Yamaha Blu Cru è andato a Luca Daziano (Orbassano racing).

CADETTI – Anche in questa occasione, nonostante il cambio di terreno, c’è stato il dominio di Dominick Maifredi (KTM – Caratese) anche se l’autore della pole position Fashionbike è stato Kevin Cantù (Husqvarna – Berbenno). Nelle due frazioni la tabella rossa non ha lasciato scampo agli avversari.

Nella prima manche ha preceduto Kevin Cantù (Husqvarna – Berbenno) e Leone Lombardo (Gasgas – Pepe Bevagna), quarto Svit Visintin (KTM – Pino Medeot) e quinto Daniele Ferrari (Gasgas – MC Rivalorese).

In gara due ancora un assolo di Maifredi e secondo posto del solito Cantù che stava per approfittare di una caduta del leader che però è riuscito a rialzarsi e ripartire in tempo. A seguirli in terza piazza Roko Ivandic (KTM – Manzano), quarto Francesco Moro (KTM – Cogollo del Cengio) ed al quinto posto ha chiuso la top five Achille Esposito (Husqvarna – LGM racing team).

Sul podio di questa tappa Maifredi sul gradino più alto, poi Cantù e terzo Lombardo.

Maifredi comanda i Cadetti con 480 punti, Cantù lo segue con 400 e terzo è Ivandic con 243.Il prossimo ed ultimo appuntamento con l’Italiano Junior è fissato per il 21 e 22 Ottobre sullo storico Tittoni di Cingoli (MC). Scopriremo finalmente tutti i campioni di questa stagione fin qui spettacolare.

You may also read!

RIPARTE LO CHALLENGE DEGLI EMIRI: START IL 2 GIUGNO A MONTEMAGGIORE BELSITO

RIPARTE LO CHALLENGE DEGLI EMIRI: START IL 2 GIUGNO A MONTEMAGGIORE BELSITO Torna la serie regionale riservata agli Slalom automobilistici

Read More...

Ktm 450 rally replica. Arriva la versione 2025.

di maurizio ferrero.   La KTM 450 RALLY REPLICA è senza dubbio la rally raid più conosciuta e apprezzata dai factory

Read More...

Al MAUTO inaugura la mostra Ayrton Senna Forever

Al MAUTO inaugura la mostra Ayrton Senna Forever Dal 24 aprile al 13 ottobre 2024 la più grande e completa

Read More...

Mobile Sliding Menu