Performance e risultati per i piloti #madeinCIV a Imola

In Classifiche, Iscritti, Motociclismo, News, Superbike, Supersport, Superstock

Performance e risultati per i piloti #madeinCIV a Imola

Michael Rinaldi trionfa nell’Europeo Superstock 1000, vittoria di Alessandro Zaccone nella FIM Europe Supersport Cup, punti preziosi per la classifica conquistati da Michael Canducci e Paolo Grassia.

Il primo appuntamento di casa ha giovato ai cinque piloti coinvolti nel progetto #madeinCIV della Federazione Motociclistica Italiana, rivelatisi veloci e competitivi nelle rispettive categorie di appartenenza tra Mondiale Supersport, Europeo Superstock 1000 e Mondiale Supersport 300, riaffermando l’ELF CIV come effettivo trampolino di lancio per attestarsi successivamente ai vertici dei principali campionati motociclistici internazionali.

Nel Mondiale Supersport, in una corsa rocambolesca caratterizzata da tre distinte ripartenze, Alessandro Zaccone (MV Agusta Reparto Corse) si è assicurato la prima vittoria stagionale nella graduatoria della FIM Europe Supersport Cup ed il 10° posto assoluto. Seppur non al meglio complice una spalla sinistra dolorante conseguenza di una caduta in Superpole-2, il talentuoso pilota italiano ha condotto la MV Agusta F3 675 ufficiale in piena top-10 festeggiando il primo trionfo 2017 nell’Europeo. Nella medesima gara Michael Canducci (3570 Puccetti Racing FMI) ha incontrato più difficoltà del previsto dopo le brillanti performance espresse tra Aragon (5°) e Assen (7°). Il 14° posto sul traguardo vale 2 punti per la classifica, con la ripromessa di un pronto-riscatto tra due settimane a Donington Park.

Il terzo round del Mondiale Supersport 300 ha visto i portacolori del Team 3570 #madeinCIV vivere un fine settimana tra alti e bassi. Paolo Grassia si è difeso egregiamente nel gruppo di testa conquistando l’8° posto finale in qualità di miglior pilota Kawasaki all’esposizione della bandiera a scacchi. Rimediando a prove da dimenticare, dalla venticinquesima casella Manuel Bastianelli si è reso protagonista di un’apprezzabile rimonta culminata con la 17° posizione finale, non distante dalla zona punti.

La gara dell’Europeo Superstock 1000, inframezzata anche in questa circostanza da due interruzioni con bandiera rossa, ha nuovamente premiato la velocità e talento di Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing Junior Team Ducati). Autore della pole position, il portacolori #madeinCIV si è aggiudicato da indiscusso dominatore la seconda vittoria stagionale in tre gare, consolidando sempre più la leadership in campionato.

Per i cinque piloti coinvolti nel progetto #madeinCIV appuntamento in pista dal 26 al 28 maggio prossimi a Donington Park (Regno Unito).

DICHIARAZIONI
Michael Rinaldi (Aruba.it Racing Junior Team – Ducati Panigale R #12)

Vincere a Imola è qualcosa di speciale. Sin dalle prove sapevo di avere un buon passo e di poter fare la mia gara, come più mi piace. Le due bandiere rosse hanno reso la corsa più problematica, considerato che in questi casi non è facile tenere alto il livello di concentrazione. Tutto è andato per il meglio ed è arrivata questa splendida vittoria, la seconda in tre gare, fondamentale per la classifica di campionato. Sono davvero felice e devo ringraziare tutta la squadra e chi mi supporta: faremo di tutto per continuare così“.

Alessandro Zaccone (MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F3 675 #61)

Penso che sia stata una delle gare più difficili per me, ma il risultato ripaga l’impegno di tutta la squadra. Complice la caduta in Superpole questa mattina avvertivo un forte dolore alla spalla e, per stare con i primi al via, ho subito un contraccolpo che mi ha comportato diverse problematiche in gare. Tuttavia la moto funzionava davvero bene e questo mi ha permesso di ottenere un buon risultato e la prima vittoria stagionale nella graduatoria dell’europeo. Un ringraziamento a tutta la squadra, MV e cercheremo di ripeterci la prossima gara“.

Paolo Grassia (Team 3570 #madeinCIV – Kawasaki Ninja 300 #99)

Per tutta la gara sono rimasto nel gruppo di testa e c’è mancato davvero poco per conquistare quantomeno un posto sul podio. Siamo stati veloci e competitivi, credo che il risultato finale non rispecchia il nostro potenziale. Una serie di vicissitudini non mi hanno permesso di ottenere un risultato migliore, in linea con quanto siamo riusciti a mettere in mostra. Guardiamo avanti con la consapevolezza di cosa possiamo fare“.

Manuel Bastianelli (Team 3570 #madeinCIV – Kawasaki Ninja 300 #23)

Partendo così indietro non è mai facile recuperare, ma ho dato il massimo e ho messo in mostra un buon livello di competitività. Un sorpasso dopo l’altro sono arrivato in un gruppetto di piloti non distante dalla zona punti: tempi alla mano la top-10 poteva essere alla portata, sfortunatamente nella bagarre ho perso il contatto con il gruppo che mi precedeva. In curva riuscivo sempre ad avere la meglio, mentre perdevo qualcosa nel tenere le scie degli avversari. La rimonta mi rende fiducioso in vista delle prossime gare perché il potenziale per stare davanti non ci manca“.

Stefano Cruciani (Team 3570 #madeinCIV – Direttore Sportivo)

In Supersport con Michael partivamo con ben altre aspettative. Per lui è stato un weekend non facile: dopo la caduta nelle seconde libere ha perso un po’ di fiducia e, complessivamente, ha faticato nell’arco dei tre giorni. L’aspetto positivo è che siamo riusciti a conquistare 2 punti, pertanto vedremo di rifarci a Donington e tornare ai livelli espressi nelle precedenti gare. Passando alla Supersport 300, come sempre questa categoria è un po’ un terno al lotto. Manuel partiva indietro e questo ha inficiato nel piazzamento finale: ha messo in mostra un buon passo, tempi competitivi ed una condotta di gara combattiva. Considerata la posizione in griglia era difficile ottenere di più. Parlando di Paolo, a mio avviso ha disputato una bella gara e sul piano tecnico è stato il pilota a mettersi maggiormente in luce. Ha fatto registrare il secondo giro più veloce ed il suo ideal time è di gran lunga migliore rispetto ai suoi avversari. Purtroppo una serie di circostanze e di sorpassi al limite di alcuni piloti non gli hanno permesso di farsi trovare al posto giusto per sferrare il decisivo attacco per il podio nel finale. L’ottavo posto non rispecchia il nostro effettivo potenziale: Paolo ha dimostrato di potersela giocare e, come squadra, abbiamo tutto per stare là davanti“.

Courtesy Press Office: Puccetti Racing, Team GP Project, MV Agusta Reparto Corse, Aruba.it Racing Junior Team

You may also read!

LUCA ROSSETTI E DEBORA FANCOLI VINCONO IL 67° RALLY COPPA VALTELLINA

LUCA ROSSETTI E DEBORA FANCOLI VINCONO IL 67° RALLY COPPA VALTELLINA Foto di Studio Alquati Quinta vittoria al Coppa Valtellina

Read More...

I Canavesani Riva e Zappia pensano al 8° Rally di Castiglione T.se

Corio C.se 23/06/20024 Per i Canavesani Riva e Zappia è ora di pensare al 2°round del CRZ con il Rally

Read More...

Rally Lana Storico Regularity: due Porsche 911 svettano in entrambe le categorie “60” e “50”

Rally Lana Storico Regularity: due Porsche 911 svettano in entrambe le categorie “60” e “50” Nella gara a media più alta s’impongono

Read More...

Mobile Sliding Menu