Italian Baja Al Attiyah infligge doppio graffio maaa….

In Automobilismo, Classifiche, classifiche automobilismo, Cronaca competizioni, Iscritti, Iscritti automobilismo, News, Rally, Rally Raid, Video
Al Attiyah/Baumel - Toyota Hilux Gazoo Racing (@MCH)

L’asso del Qatar su Toyota Hilux Gazoo Racing ha firmato ieri il miglior tempo su entrambi i settori “Pasch”, ma il collegio dei commissari sportivi ha sanzionato un errore di navigazione e Al Rajhi è passato al comando per 22’’3
Oggi il granfi finale su “Dignano” e un duello tiratissimo fino all’ultimo metro

Pordenone, 8 luglio 2023_ Il titolo era già pronto: ”Un solo uomo al comando, il suo nome è Nasser Al Attiyah”. Perché fa piacere parafrasare l’epica del giro d’Italia per il campionissimo Fausto Coppi a beneficio dell’asso del Qatar, che ieri ha messo in mostra sui greti di Meduna,

Al Attiyah/Baumel - Toyota Hilux Gazoo Racing (@MCH)
Al Attiyah/Baumel – Toyota Hilux Gazoo Racing (@MCH)

Cosa e Tagliamento, il suo repertorio di classe e piedone staccando due tempi super (1:33’51’’4 e 1:28’49’’9) con il solo rivale Yazeed Al Rajhi in grado di rimanere sulle tracce, tenendosi a 16’’1 nel primo giro su “Pasch” (131 km), ma cedendo 1’25’’ sul secondo, per chiudere la tappa a 1’37’’7 nel totale. Solo che nel secondo assalto in cui è andato decisamente più forte, Al Attiyah ha saltato una nota del percorso, troppo veloce per correggere la traiettoria, e l’errore ha comportato una penalità di 2’ assegnata dal collegio dei commissari sportivi.

Così il primato conquistato sul campo è diventato un secondo posto a 22’’3 dal rivale saudita, il quale però oggi dovrà dare il meglio di sé sull’ultimo e decisivo settore di “Dignano” per resistere al ritorno indiavolato del cecchino di Doha.

In ogni caso le due Toyota Hilux Overdrive (quella di Al Attiyah è curata da Gazoo Racing) hanno mostrato un ritmo insostenibile per il resto della truppa, con la prima delle Mini Cooper Work Plus, quella del portoghese Joao Ferreira capace di un blitz nel prologo, terza a 5’21’’7, poi a 3’43’’2, per chiudere le fatiche di giornata a 7’22’’3 dall’inaspettato leader, davanti all’altra Hilux del giovane argentino Juan Cruz Yacopini, quarta a 10’31’’5, e alla Mini di Krzyszrof Holowczyc, staccata di 11’22’’3.

Il driver polacco, primo al via ieri mattina dopo la cerimonia di scelta dei numeri di venerdì sera, si è ritrovato inseguito dai “pacman” del medio oriente e nel finale di settore ha patito un problema al cambio sequenziale, costretto a fermarsi per cercare un reset.

Oltre 8’ persi senza perdere la calma. All’assistenza i meccanici hanno fatto il miracolo di montare un cambio nuovo e nel passaggio successivo è stato dimezzato il divario.

Alrajhi /Gottschalk - Toyota Hilux Overdrive (@MCH)
Alrajhi /Gottschalk – Toyota Hilux Overdrive (@MCH)

Dietro al portacolori X-raid un formidabile Amerigo Ventura su Quaddy Yamaha, a 17’34’’6 dalla vetta, però sesto assoluto, primo provvisorio del T4 iridato e con un vantaggio colossale sui colleghi del tricolore SSV dove è uscito di scena Federico Buttò con il Can-Am Maverick, rimasto su tre ruote dopo un ribaltamento sul primo “Pasch” e successiva toccata ad un albero.

Percorso durissimo al solito, che non guarda in faccia a nessuno. Venerdì il ko praticamente immediato del leader cross country bajas, Manuele Mengozzi, finito “fuoristrada” con il Toyota Hilux Overdrive per un eccesso d’irruenza senza aver potuto effettuare lo shakedown.

Ieri i guai al motore del Suzuki New Grand Vitara di Alfio Bordonaro, in predicato di un sorpasso nella classifica nazionale, reso comunque possibile dal coefficiente 4 dell’Italian Baja nonostante il terzo posto finale alle spalle dell’ex pluricampione Lorenzo Codecà con il Gran Vitara 5 porte e di Alberto Spinetti, secondo e primo del T2 nazionale davanti a Samuele Lelli (entrambi su Vitara).

Tornando agli SSV, successo roboante di Ventura con margine profondo sul Can-Am di Andrea Castagnera e sull’omologo Yamaha di Andrea Tomasini, che da ieri sera è in testa all’Italiano dei tubolari leggeri e può sognare lo scudetto perlomeno fino alla prossima sfida, Baja Vermentino – Terre di Gallura, in calendario a metà settembre.

Foto e testo a cura dell’ Ufficio stampa Italian Baja Carlo Ragogna

You may also read!

GIANDOMENICO BASSO E LORENZO GRANAI VINCONO IL 18° RALLY REGIONE PIEMONTE

GIANDOMENICO BASSO E LORENZO GRANAI VINCONO IL 18° RALLY REGIONE PIEMONTE Il piota veneto porta al successo la Toyota Yaris

Read More...

24MX: Giuliano Mancuso (Beta) conquista il prologo del sabato

CAMPIONATO ITALIANO UNDER 23 & SENIOR 24MX SERIES ROUND 2 – NOCCIANO – 14 APRILE Giuliano Mancuso (Beta) conquista il prologo del

Read More...

Prove concluse alla 31^ Salita del Costo

Prove concluse alla 31^ Salita del Costo Al termine di una seconda manche conclusa nel tardo pomeriggio è Cristian Merli

Read More...

Mobile Sliding Menu